Stati generali dell’innovazione, prove tecniche di vocabolario comune


Nicola    23 novembre, 2011

La parola “innovazione” ci assilla da ormai almeno una decade e credo che non ci lascerà per parecchio tempo. L’innovazione è inserire il gusto di menta peperita nel dentifricio, colorare di verde la pasta con gli spinaci, mappare il genoma umano o permettere ai tuoi amici di seguire i tuoi spostamenti con il telefono.
Dalla Treccani : L’atto, l’opera di innovare, cioè di introdurre nuovi sistemi, nuovi ordinamenti, nuovi metodi di produzione e sim.
Insomma, l’innovazione è buona per tutte le stagioni e per tutte le pietanze a sentire il buon vecchio vocabolario d’italiano.
Ma è effettivamente sempre la stessa cosa? E qui la discussione potrebbe non finire mai, per cui mi guardo bene dal cominciarla.
Mi limito a far notare che l’innovazione fa bene all’economia in termini numerici, qualche volta fa bene anche alla vita dell’uomo. Per capirci, la bomba atomica è stata una grande innovazione di cui non si può che parlare male. L’economia ha gradito, i giapponesi meno. Ma naturalmente c’è anche l’innovazione buona, come quella in campo medico, in campo sociale, in campo culturale e anche tecnologico. Internet è una innovazione tecnologica che ci piace.
Venerdi 25 e sabato 26 novembre, a Roma, Università Roma Tre, si incontrano uomini e donne che credono nella parte benefica dell’innovazione provenienti da tanti settori diversi e riuniti sotto l’egida degli Stati Generali dell’Innovazione.
Ci si incontra per convergere sui significati, sul senso produttivo dell’innovazione e sulle sue ricadute sulla vita delle persone.
Kublai sarà li a raccontare le esperienze che abbiamo vissuto insieme ai 450 innovatori che hanno fatto proposte e ai 3000 creativi che li hanno seguiti e sostenuti negli ultimi 3 anni.
Parlerò dello “share power“, il paradigma che sta dietro al processo di Social Startupping che ho presentato a Milano il 19 settembre scorso in occasione della Social Media Week.
Ci ospita Carlo Infante, più che un uomo, un hub importante nella rete degli innovatori italiani, un personaggio che ha sempre del tempo da investire grauitamente per le iniziative che meritano. Ne parleremo con lui e altri amici dalle 15:30 alle 17:30 durante l’incontro dedicato a “Creatività e condivisione della conoscenza“, uno dei 4 open talk del pomeriggio.
Qui il link per iscriversi e qui il programma della giornata

One Response to “Stati generali dell’innovazione, prove tecniche di vocabolario comune”

  1. [...] 23/11/2011 – Stati generali dell’innovazione, prove tecniche di vocabolario comune, Kublai>> [...]

Leave a Reply