• Eugenio ha pubblicato un commento nel Progetto Logo del Progetto di BookBusters – Biblioteca Sociale DiffusaBookBusters – Biblioteca Sociale Diffusa il 8/11/2014

    Molto bella l’idea di una biblioteca “social” arricchita dal patrimonio librario dei privati. Bravi!
    Anche io, con alcuni colleghi, sto portando avanti un’idea sulla valorizzazione del patrimonio culturale, M.in.A.. Se volete iscrivetevi al gruppo e diteci cosa ne pensate!

    • laura ha risposto 6 years, 4 months fa · ·

      Siamo lie iti che il nostro progetto ti sia piaciuto. Se hai consigli per noi siamo qui ad ascoltarli e valutarli. Ricambieremo il favore esprimendoci anche sulla vostra idea :-D

      • Eugenio ha risposto 6 years, 4 months fa · ·

        L’obiettivo del vostro progetto, come il nostro, è quello di aumentare l’accessibilità alla cultura creando una vera e propria rete sociale di trasmissione. Noi di M.in.A ci rivolgiamo in particolare ai non vedenti. Nella mia città, Lecce, l’Istituto per Ciechi dispone di una bellissima Biblioteca Braille di sicuro interesse anche per la popolazione vedente. Immagino che anche da voi ci siano risorse simili. Pertanto il mio consiglio è quello di includere nella vostra “biblioteca social” anche la popolazione disabile. Ma immagino che già ci abbiate pensato!

        • Claudio ha risposto 6 years, 4 months fa · ·

          Ciao Eugenio,
          mi unisco a Laura nel ringraziarti per l’interesse: noi siamo ancora agli inizi del progetto, quindi valutiamo positivamente ogni suggerimento, come il tuo. A differenza di chi collabora in M.in.A. (ho visitato la tua pagina-progetto: complimenti!), il nostro “staff” è meno variegato: nonostante la nostra preparazione accademica sia fortemente multidisciplinare, spaziando dall’economia e dal diritto alla storia dell’arte e alla musicologia (proveniamo tutti da studi di discipline economiche applicate alla cultura), ci mancano competenze prettamente informatiche e ingegneristiche. Spero che discutendo e collaborando su Kublai potremmo continuare a scambiarci dritte e consigli per colmare queste lacune! Riguardo la questione dei disabili visivi, anche a Napoli dove facciamo base esistono importanti istituti per ciechi (il “Domenico Martuscelli” e il “Paolo Colosimo”, in particolare), e senza dubbio potremmo contattarli per verificare la loro disponibilità. Contestualmente, coinvolgere possessori privati (il nostro target principale) di collezioni di libri in Braille potrebbe essere altrettanto efficace. Grazie ancora per le dritte, rimaniamo in contatto!

          • Eugenio ha risposto 6 years, 4 months fa · ·

            Bene, a disposizione! Invito te e i suoi colleghi ad esprimere un feedback sulla nostra idea, ogni suggerimento può essere prezioso! Per ogni cosa puoi contattare me e gli altri membri di MinA (Valentina e Giampiero). I nostri ingegneri hanno i loro tempi, ma a breve si registreranno sulla piattaforma! Buon weekend!