La mia idea
Già nel 1812, uno dei padri fondatori degli USA, Benjamin Rush, teorizzò il potere ansiolitico e benefico delle attività agricole in diverse psicopatologie. Il nostro progetto nasce da questa idea di “care farming”, evolvendosi verso un’idea più ampia: quella di “fattoria sociale” nell’intento di creare un milieu culturale, psicologico e terapeutico favorevole mediante la commistione fra attività agricole e attività educative e terapeutiche. Non si tratta solo di una cooperativa sociale che produce inserimenti lavorativi di persone svantaggiate secondo la legge 381/91, ma di un progetto di agricoltura sociale, mirato inoltre a divenire un centro di eccellenza nel campo delle Attività e Terapie Assistite dall’Animale (comunemente dette “pet therapy”), eseguite mediante l’ausilio di cani ed asini (onoterapia) da uno psicoterapeuta e uno psicologo formatosi presso l’ Associazione Italiana Utilizzo Cani di Assistenza, in collaborazione con un progetto di selezione ed educazione di cani di canile per pet-therapy; fra gli interventi terapeutici prevediamo anche progetti di pesca sportiva in coppia disabile-normodotato in collaborazione con Arcipesca. Le attività previste per il primo anno saranno quelle più immediatamente realizzabili: orticoltura e vivaismo, apicoltura, pastificio e panetteria, microbirrificio artigianale con coltivazione di luppoli e conduzione di un vigneto di vernaccia; lo scopo ultimo è però quello di svolgere tutte le attività, sia quelle di tipo agricolo-alimentare che quelle didattiche e terapeutiche in un unico ambiente, convinti come siamo che sia nell’interazione di tutte queste aree che si generi quel circuito virtuoso benefico che ci contraddistinguerà. Prevediamo di portare questo tipo di attività anche all’interno di carceri, sfruttando una collaborazione con una cooperativa sociale che già opera all’interno del carcere di S.Gimignano, nell’ottica di attuare quei piani riabilitativi previsti dal sistema giudiziario. Siamo convinti che questo progetto, nella sua complessità ma completezza allo stesso tempo, possa diventare sia una realtà socialmente utile, sia un’impresa economicamente e finanziariamente sostenibile unica nel genere nella zona del senese.
Perché mi sono iscritto/a a Kublai
Ho un'idea
Cosa mi aspetto da Kublai?
Visibilità
Nome
Riccardo
Cognome
Panelli
Sesso
Maschio
Comune
Siena, Italia
Chi sono
Senese, 33 anni, una Laurea in Psicologia Clinica e di Comunità e un Dottorato di Ricerca in Biologia del Comportamento; da sempre con la campagna nel cuore e la profonda convinzione con un altro tipo di lavoro e di impresa sia possibile.
Interessi
musica, arte, informazione, tecnologia, scienza, letteratura, non profit e solidarietà, ambiente ed ecologia