• Maria ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di I folletti delle quattro stagioniI folletti delle quattro stagioni il 16/9/2010

  • Criscia ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di I folletti delle quattro stagioniI folletti delle quattro stagioni il 31/8/2010

    Bene! Grazie dei chiarimenti Maria Teresa. E complimenti una seconda volta. Credo molto nel coinvolgimento diretto degli alunni. L’apprendimento avviene più velocemente e risulta anche divertente.
    Ho dato una sbirciata al sito eTwinning che mi hai indicato. Sicuramente ricco di spunti. Sono contenta di conoscerlo e hai fatto benissimo a invitare i tuoi colleghi in Kublai. Sarà un valore per tutti scambiarci opinioni e parrei da diverse culture per un risultato comune.
    Come sai Kublai non è un punto di arrivo ma è un inizio per cominciare o migliorare. Hai in mente un progetto comune (fra te e altre scuole) da portare avanti o intendi solo allargare il bacino d’interesse?
    Buona giornata, intanto!

  • Maria ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di I folletti delle quattro stagioniI folletti delle quattro stagioni il 31/8/2010

    Ciao Criscia,
    grazie per aver avviato questa discussione. Rispondo alle tue domande.I progetti eTwinning, pur rientrando nell’ambito del Comenius non sono finanaziati dall’Unione Europea. Gli insegnanti aderiscono volontariamente e senza nessun sostegno economico a questa iniziativa europea. Il progetto è iniziato lo scorso anno scolastico nel mese di settembre dietro mia iniziativa e sulla base degli interessi mostrati dagli alunni.
    A Firenze c’è il team gestionale dell’eTwinning, i quali dovrebbero essere disponibili ad un attività di coaching. Il progetto The Goblins è stato ideato, fondato e coordinato da me. Ho provato ad invitare anche alcuni colleghi europei in Kublai, spero che accetteranno e che non ci siano problemi per lo staff Kublai. Relativamente ai bambini dall’esperienza finora realizzata , anche con altri progetti eTwinning in passato, il loro grado di interesse è veramente alto. Il fatto di doversi incontrare con altri compagni che vivono in paesi lontani e diversi dal proprio,parlando un’altra lingua, il dover usare gli strumenti tecnologici di cui loro fanno un ampio uso nella vita quotidiana li stimola molto. Per quanto riguarda l’impatto sul territorio i vantaggi sono notevoli poichè al di là dei risultati in termini di formazione e di educazione scolastica, il progetto contribuisce a far conoscere il proprio patrimonio naturale e culturale in Europa, cosa che può incrementare il turismo ed il commercio italiani.

  • Criscia ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di I folletti delle quattro stagioniI folletti delle quattro stagioni il 30/8/2010

    Ciao, Maria Teresa buongiorno!
    Leggevo un pochino del tuo/vostro progetto e ho fatto un salto nel blog. Complimenti davvero. Credo che la strada sia quella giusta.
    Mi vengono in mente un po’ di curiosità: eTwinning, come iniziativa dell’Unione Europea, viene anche finanziato dalla stessa? Avete ricevuto e/o avuto consigli da esperti e, magari, confronto? Sarebbe utile capire quanto viene già utilizzato questo metodo in altre realtà (italiane e non) e prendere contatto con gli interessati.
    te lo chiedo perché inizialmente parli della vostra scuola, La Scuola Primaria di Rionero in Vulture e poi, continuando a leggere, si capisce che il lavoro si svolge anche come scambio (tramite forum, chat e altro) anche con altre.
    Ad ogni modo, qui in Kublai abbiamo dei progetti che trattano la didattica in diverse forme. In comune sicuramente l’utilizzo delle nuove tecnologie, come voi. C’è Pinocchio nella rete, al quale vedo che ti sei già iscritta. C’è anche Oltre la lavagna di Adriana.
    Quanto al coinvolgimento di altre realtà/scuole italiane e non credo che il primo passo, se il progetto è agli inizi, sarebbe capire che stimoli preferiscono i bambini, che metodi colgono più i loro interessi e poi confrontarsi con altri insegnanti. Essendo un metodo basato sulle nuove tecnologie, credo che trovare scambio di opinioni con altri insegnanti, magari in qualche forum dedicato o gruppi d’interesse, potrebbe essere il secondo passo.
    Ultima domanda… quando avete cominciato questo bel percorso?
    Un caro saluto, intanto :)

  • Maria ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di I folletti delle quattro stagioniI folletti delle quattro stagioni il 20/8/2010

    Ciao Nicola,
    grazie per aver aderito al mio gruppo. Relativamente alla domanda che mi hai posto mi interesserebbe conoscere una vostra idea relativamente all’impianto complessivo del progetto, i punti che andrebbero valorizzati….. Inoltre mi piacerebbe ampliare il progetto ad altri membri italiani e stranieri.

  • Nicola ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di I folletti delle quattro stagioniI folletti delle quattro stagioni il 20/8/2010

    ciao Maria Teresa, benvenuta su Kublai e grazie per aver caricato il tuo progetto. L’ambito mi interessa molto e mi prendo del tempo per leggere bene quello che hai pubblicato.
    In ogni caso una domanda: su Kublai usiamo discutere di progetti, del tuo quali punti vorresti discutere con noi?

    • orlah ha risposto 2 months fa · ·

      L’apprendimento cooperativo coinvolge gli studenti che lavorano insieme per raggiungere obiettivi condivisi, ed è questo senso di interdipendenza che motiva i membri del gruppo ad aiutarsi e sostenersi a vicenda. Quando gli studenti lavorano in modo cooperativo, imparano ad ascoltare ciò che gli altri hanno da dire, a dare e ricevere aiuto, a riconciliare le differenze e a risolvere i problemi in modo democratico.

      https://essaydune.com