• Alfredo ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di Walk-Up!Walk-Up! il 17/9/2012

    Ciao Domenico,
    sono Alfredo uno dei coach di Kublai. Leggendo i tuoi commenti ho pensato che forse potrebbe essere interessante, con il nostro aiuto, definire un progetto di rilancio di Walk-up che preveda un maggiore coinvolgimento delle istituzioni, non solo di tipo economico.
    Tieni conto che ci sono una serie di questioni amministrative a cui i comuni non possono sottrarsi. Tu citavi la legge regionale, ma anche il codice unico degli appalti definisce con chiarezza quali sono i passaggi per avviare un concorso di idee su un progetto.
    Cosa diversa potrebbe essere quella di utilizzare il concorso per avviare percorsi di progettazione partecipata a livello comunale o di quartiere.
    Che ne dici? Potrebbe interessarti??
    a presto

  • Domenico ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di Walk-Up!Walk-Up! il 13/9/2012

    si è vero realizzare l’idea sarebbe il top, ma ti assicuro che tra 500 e 1000 ci sono differenze, provo ad immaginare ad averne almeno il doppio!!!
    Per esempio esiste una legge regionale della Regione Basilicata n. 23 del 15 Febbraio 2010 dove la regione chiede ai comuni di dotarsi nell’approccio progettuale dei concorsi di idee, al fine di migliorare la qualità delle architetture nel proprio Comune.

  • Paola ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di Walk-Up!Walk-Up! il 13/9/2012

    Ora ho capito un po’ meglio.  Come riuscire ad attrarre finanziamenti pubblici o comunque a raccordare le istituzioni al concorso è la vera sfida.
    Credo che la qualità dei progetti non li sposta i 500 euro quanto la possibilità concreta di poter realizzare la propria idea. 

  • Domenico ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di Walk-Up!Walk-Up! il 12/9/2012

    Ah un altra cosa, come dicevo nella presentazione, ” Il fine è dare delle idee innovative al comune con le quali poter candidare le idee ricevute a possibili investimenti regionali, della comunità Europea o di privati.” Delle due edizioni passate, solo la prima è stata in parte presa in considerazione, mentre della scorsa edizione i progetti per il momento sono stati solo inseriti nella banca dati degli uffici tecnici Comunali. Il vero salto di qualità per Walk-Up, Ente Comunale e Regione, potrebbe proprio essere, lanciare il progetto per un finanziamento Regionale o Europeo e renderlo esecutivo…

  • Domenico ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di Walk-Up!Walk-Up! il 12/9/2012

    Ciao Paola, si Walk-Up! esiste da tre anni, ti spiego in breve. Fondamentalmente l’importanza e la qualità di un concorso di architettura viene dato dal premio messo in palio, infatti noi siamo partiti dal 1°e 2° anno in cui il premio era di 500 euro ed abbiamo avuto una risposta dal punto di vista progettuale importante ma non di qualità elevatissima,mentre quest’anno premio di 1000 euro, la qualità è venuta fuori. Il problema principale è che a cifre basse partecipano studenti che purtroppo a causa del poco tempo che hanno a disposizione generano progetti molto idealistici e poco basati sulla realtà, mentre con premi più elevati, sono soprattutto studi di architettura che si cimentano con il bando di concorso. Proprio per elevare la qualità quest’anno abbiamo preferito 1- aumentare il premio, 2- sotto l’occhio attento dell’Ordine degli architetti di MATERA, abbiamo inserito come requisito minimo di partecipazione la laurea junior.
    Potrebbe essere interessante aumentare il premio ma come??? magari con una convenzione con la regione Basilicata che elargisce in parte ( 50% regione – 50 % Comune interessato) il premio messo in palio. La regione potrebbe così’ creare una rete di Comuni interessati al concorso. Il ritorno d’immagine per la regione Basilicata potrebbe essere non indifferente.

  • Paola ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di Walk-Up!Walk-Up! il 12/9/2012

    Ciao Domenico, ho navigato un po’ sul  sito di walk up e  ho visto che il progetto esiste da tre anni, volevo capire meglio cosa è successo dopo ogni concorso. Quale è stato l’interesse delle Istituzioni, quale difficoltà avete incontrato. Ci racconti  meglio?