• Paolo ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di YouInParliamentYouInParliament il 5/5/2009

    Nicola, innanzitutto grazie per gli spunti veramente stimolanti!
    1 . Partiamo dal tuo ultimo punto: l’integrazione – interoperatività che proponi coglie un aspetto WEB 2.0, e mi piace moltissimo l’idea. Potrebbe essere una sorta di modulo “plug-in” per i siti della pubblica amministrazione (PA) dove depositare i risultati delle consultazioni di YIP. Le risposte potrebbero rimanere sui siti della PA ma gli utenti di YIP riceverebbero degli alert per andare a visualizzarle (o per altre forme di comunicazione). Può essere? In pratica questa componente di YIP realizzerebbe uno strumento per gli Uffici Relazioni con il Pubblico (ad oggi solo dei form da compilare)?

    2 . Il punto sopra potrebbe anche essere coerente con un concetto del progetto: lo “Sportello delle istituzioni” (anziché Sportello per il cittadino) vale a dire un capovolgimento del rapporto tra cittadino e istituzioni dove la PA chiede al cittadino “cosa dovrei fare?”.

    3 .Mercato – In Italia abbiamo sicuramente una base culturale diversa rispetto a quella anglosassone (relazioni personali vs regole), tuttavia penso che in questo caso non esista un vantaggio di time-to-market ma anzi più passa il tempo, più aumenta la sensibilità su tali temi e più il mercato per l’ e-Gov si allarga (scusate se parlo di mercato, è inteso come catalizzatore di interessi, anche quelli sociali). A tale proposito ritengo che simili iniziative non possano prescindere da una forte pressione dei media sul concetto PA aperta = PA efficiente (insomma una strategia “pull” nei confronti della PA). (con questo punto intendo rispondere anche a David quando mi parlava delle iniziative UE come TID+).

  • Nicola ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di YouInParliamentYouInParliament il 5/5/2009

    Ciao Paolo
    grazie per la condivisione.
    Il progetto è interessante, una applicazione di e-democracy su cui si è fatta tanta sperimentazione in Italia, soprattutto in piccoli contesti. Avendo lavorato per anni sui temi dell’e-government negli enti locali a livello nazionale, posso sicuramente darti qualche feedback.
    Quando si parla di temi come questi, guarda il sito del CNIPA http://www.cnipa.gov.it
    è l’autorità italiana di riferimento.

    Concordo con David con l’approccio. Le amministrazioni non vanno a pubblicare notizie su altri siti se non il loro (hai idea del personale che hanno a disposizione? sono sempre le persone che fanno la differenza).
    Quindi io credo che l’idea possa avere un potenziale interessante se, invece di essere un sito web, fosse una piattaforma da integrare nel sito di ogni singola amministrazione.

    che ne pensi?

  • Paolo ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di YouInParliamentYouInParliament il 5/5/2009

    David, grazie per i tuoi suggerimenti ne farò tesoro. Un chiarimento… quando dici che i ricavi da pubblicità non sono “appropriati” intendi in senso “etico” o perché l’utente-cittadino non gradirebbe pubblicità su siti che trattano di democrazia?
    Personalmente ritengo che in alcuni casi le forme di impresa “profit” possano rappresentare una maggiore garanzia di “indipendenza” e sostenibilità rispetto a forme “non profit” (spesso non trasparenti nei loro finanziamenti).
    Penso che le forme future di democrazia 2.0 nasceranno anche da una evoluzione di media e servizi. Concordo che in assenza di basi certe occorre sperimentare!!! Ciao Paolo

  • david ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di YouInParliamentYouInParliament il 4/5/2009

    Ciao e grazie per l’invito. Ho alcuni dubbi. su un progetto di questo tipo non vedo revenues di pubblicita’ possibili, non mi sembra appropriato. Ci sono tanti servizi simili free o a basso costo, a partire da UserVoice e TidPlus. lo studio di cui parli per definire il mercato non e’ solido, conosco il progetto. Lo vedo piu’ come servizio a costo molto basso in si vende il servizio alla p.a. . Suggerisco di iniziare in contesto locale usando piattaforme free o open e vedere che succede.

  • Linn ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di YouInParliamentYouInParliament il 4/5/2009

    Paolo ciao, grazie di condividere questo progetto, mi interessa molto

  • Mr ha pubblicato un commento nel gruppo Logo del Progetto di YouInParliamentYouInParliament il 4/5/2009

    Paolo, eccoci. Puoi spiegarci qualcosa di più del tuo progetto? Ha qualche parentela con le varie cose fatte in UK da Mysociety, per esempio?