Kublai in 2 minuti

Cosa è Kublai?

Kublai è un ambiente collaborativo per lo sviluppo di idee e progetti, creato nel 2008 dal Dipartimento per lo Sviluppo e la Coesione Economica – DPS.
Il principale obiettivo di Kublai è aiutare le buone idee a trasformarsi in progetti. Possibilmente progetti che abbiano impatto sul territorio e ne aiutino lo sviluppo.

Kublai non mette in gara i progetti ma cerca di creare rapporti di collaborazione tra le suggestioni più innovative e stimolanti che puntano a diventare realtà concrete. La collaborazione è libera e volontaria: sulla base delle proprie passioni, interessi, e progetti di vita ognuno trova le modalità con cui interagire con gli altri. Se dunque sei su Kublai è perché hai un’idea e cerchi qualcuno che ti aiuti a svilupparla, a farla crescere, trasformarla in un progetto e magari realizzarla; o vuoi aiutare altri a farlo.

.
Cosa fa Kublai?

Su Kublai puoi trovare assistenza alla progettazione da parte di un team di esperti: questa attività prende il nome di coaching, ovvero quel processo iterativo attraverso il quale le idee vengono irrobustite, ottimizzate per diventare dei progetti: da sogni nel cassetto a iniziative realizzabili.
Ma soprattutto su Kublai troverai la possibilità di interagire con altri soggetti che partecipano attivamente alla vita della community, creando collaborazioni utili allo sviluppo del progetto.

Molto dipende da te, da quanto credi nella tua idea, dalla passione e dal tempo che vorrai dedicarle, coinvolgendo tutto lo staff di Kublai – e cioè Criscia, Maria, Alfredo e Paola - e la community.

Lo staff di Kublai segue con attenzione TUTTI i progetti e le discussioni attive, rendendosi disponibile in ogni fase del tuo percorso progettuale, che auspicabilmente (ma non necessariamente) potrebbe ambire a diventare almeno un business model, se non addirittura un business plan vero e proprio.

Kublai non ha risorse proprie, ma può consigliare e accompagnare i progetti meritevoli a concorrere alle risorse messe a disposizione da altri soggetti pubblici e privati.

Come si fa per partecipare?

Si parte da qui.

Perchè abbiamo  scelto il nome Kublai?

Kublai è il nome dell’imperatore Kublai Kan, al quale Marco Polo racconta – ne il Milione, e poi ne Le città invisibili di Calvino – delle sue terre, un impero talmente vasto che mai è riuscito a conoscerlo approfonditamente.

Nella nostra metafora Kublai è il DPS mentre Marco Polo siamo noi che cerchiamo di raccontare delle province lontane e dei soggetti innovativi e “invisibili”. Marco Polo siete anche voi, i “creativi” che per la prima volta possono parlare di sè direttamente al Kublai Kan, utilizzando i nuovi strumenti partecipativi e di comunicazione messi a disposizione da internet.

Questa è la citazione che ha ispirato il nome del progetto.

Rispose Marco Polo a Kublai:

L’inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n’è uno, è quello che è già qui,
l’inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme.
Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti:
accettare l’inferno e diventarne parte
fino al punto di non vederlo più.
Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui:

cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all’inferno, non è inferno,
e farlo durare, e dargli spazio.”

(Italo Calvino, finale di “Le città invisibili”)

Lascia un commento

Devi essere loggato per inserire un commento.